albero raccoglitore

 Real segreteria

Livello di descrizione: fondo
Consistenza:  regg. e bb. 8.403
Estremi cronologici:  (1611-1826 , con docc. dal sec. XVI)
Mezzi di corredo:  Inventari; indici parziali

Nota archivistica
L'archivio presenta tre grandi partizioni: le buste degli incartamenti che contengono in massima parte la corrispondenza in arrivo; i Repertori - detti Giuliane che vi si riferiscono; i registri dei Dispacci che contengono la corrispondenza spedita dall'ufficio.

informazioni storico-istituzionali

soggetto produttore
Real segreteria , Palermo
Nota storica
Fin dall'origine il viceré, per lo svolgimento della sua attività di carattere politico, fu solito servirsi in preferenza di elementi di sua fiducia estranei all'ambiente locale. La struttura della segreteria viceregia assunse comunque forma definitiva tra la fine del cinquecento e i primi del seicento sotto la spinta delle tendenze all'accentramento proprie dell'assolutismo.
Il suo organico andò via via aumentando, rimanendo però la responsabilità della direzione dell'ufficio a carico del solo segretario, di solito spagnolo. Anche le competenze si andarono sempre più allargando, poiché il segretario funzionava da collegamento con i titolari delle altre branche della pubblica amministrazione.
Bibliografia
BIBL.: G. LA MANTIA, L'archivi o della segreteria dei viceré di Sicilia e le " Istruzioni " date dal re Filippo III nel 1642, in Archivio storico Siciliano, n.s., XLII (1917). pp. 252-273; E. GENTILE, Archivio di Stato di Palermo. Per la storia di Malta: le fonti della real segreteria dei viceré, in NAS, II (1942), pp. 140-142.

vai sul padreprecedenteprossimovai al primo figlio
vai