albero raccoglitore

 Gran corte dei conti

Livello di descrizione: fondo
Consistenza:  regg. e bb. 12.150
Estremi cronologici:  (1819-1868)
Mezzi di corredo:  Elenco 1870; pandetta relativa alle 610 buste costituenti la serie Contenzioso

informazioni storico-istituzionali

soggetto produttore
Gran corte dei conti, Palermo
Nota storica
L'ufficio, in virtù del regio decreto 7 genn. 1818  [Collezione regno Due sicilie, 1818, n. 1056]  sostituì il tribunale del regio erario e della corona , come organo di controllo e di giurisdizione, in prima e seconda istanza, in materia contabile e amministrativa (si veda anche il decreto 20 mar. 1832  [Ibid., 1832, n. 960]  e, per il contenzioso amministrativo e la procedura da seguirsi, la legge 21 mar. 1817  [Ibid., 1817, n. 664]  e il decreto 7 mag. 1838  [Ibid., 1838, n. 4599]  ). La gran corte fu divisa dal 1832 in due camere: una prima, detta del contenzioso, e una seconda contabile. Presso la gran corte vi era una commissione consultiva istituita per effetto di sovrana determinazione presa nel consiglio ordinario di Stato del 23 lu. 1839.
Bibliografia
BIBL.: Decisioni della gran corte dei conti di Palermo per lo scioglimento delle promiscuità, Palermo 1845-1852, voll. 6 [pubblica alcune sentenze].

vai sul padreprecedenteprossimovai al primo figlio
vai