albero raccoglitore

 Gran corte dei conti delegata

Livello di descrizione: fondo
Consistenza:  bb. 172
Estremi cronologici:  (1842-1844, con allegati dal sec. XVI
Mezzi di corredo:  Inventario

informazioni storico-istituzionali

soggetto produttore
Gran corte dei conti delegata, Palermo
Nota storica
Il decreto 11 dic. 1841  [Collezione regno Due Sicilie, 1841, n. 7095]  prese alcune misure perché in tutte le province siciliane cessasse la riscossione abusiva di qualsiasi diritto feudale in precedenza abolito. Nei casi, non soggetti a dubbi, nei quali " potesse darsi luogo a compensi " la gran corte dei conti fu incaricata di liquidare tale compenso. La normativa fu estesa anche " ai diritti compresi nelle così dette segrezie ". Seguì quindi, nella stessa data, il decreto  [Ibid., n. 7097]  con il quale alcuni magistrati vennero " delegati " ai nuovi compiti.
Bibliografia
BIBL.: G. CALDARELLA, La gran corte dei conti delegata per la liquidazione dei compensamenti degli aboliti diritti feudali, offizi e segrezie in Sicilia (1841-1844), in Il circolo giuridico, n.s., XXVI (1955), pp. 197-248.

vai sul padreprecedenteprossimovai al primo figlio
vai